Terminato

‚ĚĆūüôĀBerretto Generale Corpo Armata – Mod.34 Regio Esercito

Registrati per scoprire il prezzo

Berretto grigio verde per Generale di¬† Corpo d’Armata o Designata di Armata, del Regio Esercito, per uniforme di servizio, regolamento/modello 34 . Produttore UNIONE MILITARE.¬† In ottimo stato, senza danni da tarma, berretto assolutamente originale dell’epoca (anni ’30 del secolo scorso). Completo di scatola originale marcata UNIONE MILITARE.

Taglia approssimativa 60/62.

 

(Scorri la pagina in basso per ulteriori dettagli e informazioni)

Descrizione

Descrizione

Berretto grigio verde per Generale di¬† Corpo d’Armata o Designata di Armata, del Regio Esercito, per uniforme di servizio, regolamento/modello 34 . Produttore UNIONE MILITARE.¬† In ottimo stato, senza danni da tarma, il berretto √® assolutamente originale dell’epoca (anni ’30 del secolo scorso), completo dei peculiari bottoncini laterali ferma soggolo, in metallo argentato. La greca ed i due galloncini di grado realizzati in canutiglia argentata, con patina del tempo. Il fregio frontale in ottimo stato, porta¬† una magnifica Aquila realizzata in canutiglia dorata, peculiarit√† del grado di Generale di Corpo d’Armata o designata d’Armata, montata su sottopanno rosso. Taglia approssimativa 60/62.

Come si evidenzia nello schema seguente, la greca seguita da due galloncini era per il grado di Generale di Divisione, ma l’aquila in colore argentato viene sostituita da un’aquila in colore dorato dal grado di Generale di Corpo d’Armata in poi.

   

 

 

Il berretto √® fornito anche della sua scatola originale, marcata anch’essa UNIONE MILITARE, con l’elenco delle varie filiali presenti in Italia all’epoca. La scatola √® in buone condizioni, ha un evidente strappo, ma completa di coperchio e laccio di chiusura/trasporto.

 

Notizie

Ufficiali Generali delle forze armate del Regno d’Italia 1933-1946

 

Flag of Italy (1860).svg

   Regio Esercito

                   Rank insignia of primo maresciallo dell'impero of the Italian Army (1940).png
primo maresciallo dell’Impero

                  Rank insignia of generale d'armata of the Italian Army (1940).png
generale d’armata

Rank insignia of generale designato d'armata of the Italian Army (1940).png
generale designato d’armata

Rank insignia of generale di corpo d'armata of the Italian Army (1940).png
generale di corpo d’armata
tenente generale

Rank insignia of generale di divisione of the Italian Army (1940).png
generale di divisione
maggior generale

(a cui corrisponde il grado del berretto nero da generale di divisione, qui proposto in vendita)

 

Rank insignia of generale di brigata of the Italian Army (1940).png
Generale di brigata
brigadier generale

 

Nel luglio 1933 Mussolini assunse anche il Ministero della Guerra, e Baistrocchi assunse l’incarico di Sottosegretario di Stato, con l’obiettivo di iniziare un “programma di ammodernamento delle Forze armate” che prevedeva: l’istituzione del premilitare e postmilitare, ammodernamento e meccanizzazione, la creazione delle divisioni celeri e dei reparti autotrasportati, l’ammodernamento delle artiglierie e delle armi individuali. Tuttavia questo programma, forse troppo ambizioso, fu attuato solo in parte. Il 14 novembre 1933 eman√≤ la cosiddetta “Riforma Baistrocchi”, su uniformi, gradi ed equipaggiamento del Regio Esercito, della Milizia e dei Reali Carabinieri. Durante la guerra d’Etiopia favor√¨ la costituzione di divisioni di camicie nere, comandate per√≤ da ufficiali dell’esercito. Ricopr√¨ l’incarico di Sottosegretario di stato fino all’ottobre 1936.Dalla riforma Baistrocchi, voluta dal generale Federico Baistrocchi¬† (Napoli,¬†9 giugno¬†1871¬†‚ÄstRoma,¬†31 maggio¬†1947), di cui evidenziamo alcuni fatti : nell’ottobre 1922, in prossimit√† della marcia su Roma, assicur√≤ a Mussolini che la piazza di Napoli, del quale era comandante, non sarebbe intervenuta contro di lui durante l’adunata fascista nella citt√† partenopea. Nel 1924 venne eletto alla Camera dei deputati nella XXVII legislatura per il PNF (primo eletto) in Campania, e confermato nel 1929 nella XXVIII legislatura e nel 1934 nella XXIX. Nel¬†1926¬†fu promosso¬†generale di divisione¬†e quando nel¬†1931¬†divenne¬†generale di corpo d’armata, fu inviato a Verona per assumere il comando del¬†Corpo d’armata¬†ivi stanziato.

Gi√† Segretario dell’Ordine militare di Savoia, fu anche¬†Capo di Stato Maggiore del Regio Esercito¬†dal 1¬ļ ottobre¬†1934¬†al 7 ottobre¬†1936. Il 23 maggio 1936 raggiunse il grado di¬†generale d’armata. Il 7 ottobre 1937 gli fu concesso con Regio Decreto il titolo di “Conte”.

Il 25 marzo¬†1939¬†fu nominato¬†senatore del Regno d’Italia. Nel¬†1944¬†fu collocato in riserva per raggiunti limiti d’et√†. Il 18 aprile¬†1945¬†fu arrestato con l’accusa di fascistizzazione dell’esercito per l’inserimento della¬†Milizia Fascista: processato al¬†tribunale militare¬†di Roma, fu assolto con formula piena nel settembre¬†1946. Mor√¨ il 31 maggio dell’anno successivo.

 

Per approfondimenti  , fonti Wikipedia

 

9.19

Informazioni aggiuntive

Informazioni aggiuntive

Peso 2 kg
Dimensioni 60 × 10 × 75 cm
Recensioni (0)

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “‚ĚĆūüôĀBerretto Generale Corpo Armata – Mod.34 Regio Esercito”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Spedizione e pagamenti

PAGAMENTI SICURI - Garantiamo pagamenti sicuri tramite il modulo Paypal. Il pagamento √® consentito anche tramite carta di credito alla voce ‚ÄúPaga con un‚Äôaltra carta‚ÄĚ

SPEDIZIONI RAPIDE - Il tuo acquisto sarà affidato ad un corriere espresso il quale assicura tempi di spedizione rapidi e puntuali. Per i costi puoi visualizzare la tabella qui